Fa caldo fuori, ma ho l’inverno dentro

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Fa caldo fuori ma ho l’inverno dentro.

Ebbene ora si esce fuori ma la nostra pelle non lo avverte o sembra non poterlo fare appieno. Viviamo in un inverno emotivo, l’impossibilità della prossimità e l’ineluttabilità di questa condizione sine die, ci fa percepire un gelo interiore. Possiamo uscire e incontrarci nel chiarore dei raggi solari ma non possiamo avvicinarci, possiamo passeggiare irradiati dal sole ma questa stella sembra essere diventata cerulea, pare quasi non toccarci, è distante anch’essa.

Viviamo un inverno dell’animo, eppure c’è l’estate alle porte, la primavera  è rigogliosa ovunque, ed in questo paradiso sembra quasi parlarci, ma noi ci sentiamo prigionieri. La terra , la vita, ci inviano un grande messaggio di potenza e ci rivelano tutta la nostra fragilità e fallacia di uomini. A volte il nostro stesso paradiso sembra essere un supplizio dantesco, un contrappasso di inesperibilitá del bello che per quanto possiamo godere con gli occhi non siamo abilitati a sentire con i sensi pieni. Allora ti interroghi maggiormente sul senso delle cose…

Che cos’ è un mare limpido in cui non puoi bagnarti? Cos’é una natura feconda in cui però non puoi perderti ed il tempo a disposizione sembra sempre non bastare? Cos’é un bosco incantato se non puoi respirarlo a pieni polmoni?

Cos’é un alba o un tramonto se non puoi aspettarla con un abbraccio? Forse un giorno capiremo il senso di questo tempo sospeso, questo tempo in cui le nostre vite sembrano interrotte da una forza che ci surclassa e ci annienta. Forse un giorno, domani, tra un anno o tra cinque, questo sarà solo un brutto ricordo, augurandoci di tornare a brillare e soprattutto a vivere in tutte le nostre umane sfumature.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

5 commenti su “Fa caldo fuori, ma ho l’inverno dentro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *