Quando tutto questo sarà finito, vuoi uscire con me?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

È incredibile pensare a quanto siamo diversi e a come sia stato possibile innamorarci lo stesso.
Io credo alle scintille che danno vita a qualcosa di luminoso e che dà calore, tu invece sei quella che spegne la luce e rimbocca le coperte. Siamo Alberto Angela e Lenù dell’Amica Geniale. Il chiodo e il martello. Il Lacryma Christi e il Tocai. Io la bolla, tu la linea retta.
Siamo meglio di quando ci siamo incontrati, lo so per certo, non sei tu non sono io e allora chissà perché ci siamo trovati. È come se ci fosse una parte di noi dentro di noi più intelligente di noi. Quella che corre, correcorrecorre ed è capace di schiantarsi e rialzarsi, di continuare, di imparare, di guardare meglio, di prendere una strada e correre ancora perché la meta è l’intero.
Notevoli in ogni giorno notevole in cui ci sembra che non potrà mai essere meglio di così, ma lo sappiamo che vale solo fino al prossimo meglio, solo fino a domani.
Perché ogni giorno possono esserci giorni in cui camminiamo sulla esplanade di Trocadero, con la Torre Eiffel che si staglia davanti e a te manca il fiato.
Giorni di mattine al mercato quando compri del mare a buon prezzo e io il tramonto più bello da regalarti all’ora dell’aperitivo su un terrazzino che affaccia sulla spiaggia di Canneto.
Giorni di pomeriggi tra i sassi di Matera che ti aiuto a dipanare la matassa, di passeggiate in giro per Dublino, Palermo, Berlino, Firenze, Perugia o Londra provando a perdersi. Perché è bello perdersi ogni tanto.
Giorni di sere in cui divento troppo triste per essere capito e allora mi lascio andare e tu mi vieni a prendere. Sempre.
Giorni di giorni in cui siamo un guscio comodo, degli occhiali con i vetri puliti, un’occasione da cogliere, un esercizio di immaginazione.
Buon quinto anniversario Giorgia del Rione Alto, sei bella come se ti avessi vista ieri pomeriggio al Pan.
Quando tutto questo sarà finito, vuoi uscire con me?
Vincenzo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *