L’estate mette a dura prova la pelle, ecco alcuni consigli per averla perfetta

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Il sole asciuga i brufoli, con l’abbronzatura siamo più belle”. Quante volte ce lo siamo dette, eppure bisogna sfatare questo mito perché l’estate mette a dura prova tutti i tipi di pelle. Secondo alcuni studi dermatologici, i raggi solari accentuano il processo infiammatorio che sarebbe la base dell’acne, causando un forte inspessimento della pelle fino alla formazione dei comedoni, per tutti i famosi “punti neri”.

“Strano, eppure con la pelle abbronzata non ho bisogno nemmeno di tanto trucco”, vero ma semplicemente perché il sole abbassa le difese immunitarie, ecco perché i brufoli appariranno meno rossi. Prima parlavo di una dura prova per tutte, ed è proprio così. Perché il caldo dell’estate tende a seccare la pelle e questo spinge le cellule sebacee a lavorare più del normale per ritrovare un equilibrio.

Cosa fare quindi per avere un viso puro, o almeno abbastanza, in estate? Non esiste un decalogo perfetto, però dopo tante ricerche e, secondo consigli di gli esperti, vi sono delle regole da ricordare, almeno.

Idratare-detergere-mangiare certamente sano ma soprattutto giusto.

Regola n.1 : Spesso si ha il timore di utilizzare troppe creme, soprattutto quando per un tipo di pelle già problematico. Non esistono scuse per boicottare la protezione dai raggi UV. La pelle va curata e protetta, sempre, anche all’ombra. In estate scegliete creme leggere a base di acqua, gel o agli agrumi, io ad esempio la uso al limone. Odora, è fresca e mi dona quel velo di delicatezza per tutta la giornata o per tutta la notte.

Regola n.2 : Bisogna sempre pulire il viso, eliminare tracce di sabbia, sporco, smog, cloro, anche le stesse creme solari sarà un forse banale, ma fondamentale aiuto. Anche fare uno scrub dopo una settimana di vacanza vi aiuterà molto.

Regola n.3 : L’alimentazione è un fattore molto importante per la pelle. D’estate scegliete alimenti ricchi di fibre, renderanno i tessuti più tonici ed elastici. Non bisogna abusare con troppi zuccheri, cibi grassi e latte, un sospettato nella patogenesi dell’acne.

Altri consigli? Consultare il proprio dermatologo se avete cure in corso. Evitare di esporsi al sole nelle ore più calde o evitare completamente, qualora si prendessero antibiotici o cortisone. La tintarella è da evitare anche se il giorno prima, o lo stesso giorno, ci siamo depilate. Non schiacciare mai i brufoli, questo causa infezioni batteriche e cicatrici, che con il sole potrebbero portare segni permanenti.

E per la pelle unticcia? Sicuramente in estate è un must, questo perché la secrezione di olio dai pori è molto facilitata dal caldo umido, in inverno disidratazione e freddo convolano a nozze. Come fare quindi? Iniziamo dal primo gesto che facciamo prima di andare a dormire e appena sveglie, laviamo il viso. Ma con acqua tiepida perché apre i pori e aiuta a pulire in profondità. Come già consigliavo prima, una pulizia del viso due volte al giorno va benissimo, anche lo scrub a fine vacanza. Ma senza eccedere, la pelle produce oli naturali per mantenersi idratata, troppa pulizia potrebbe alterare il suo equilibrio.

Come detergere in modo efficace il viso? Utilizzando gel all’acido glicolico, citrico e salicilico, tutti eliminano le cellule morte che ostruiscono i pori. Ma il consiglio più spassionato è quello di utilizzare un tonico, amarlo e tenerlo come migliore amico di questa estate, e delle prossime. Questo prodotto (benedetto) non solo pulisce le zone grasse come la zona T, ma restringe i pori, rinfresca la pelle, e come dice stesso la parola: la tiene sempre in forma!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *